Lo pan ner

Lo pan ner

I pani delle Alpi
Dal 05/10 al 06/10: il profumo del pane è già nell’aria…

I forni dei villaggi di oltre 50 comuni della Valle d’Aosta si accendono per cuocere il tradizionale pane nero in occasione della festa “Lo Pan Ner”.

I forni e il pane nero
Molti villaggi della Valle d’Aosta hanno almeno un forno comunitario.
In passato, le famiglie cuocevano il pane di segale per il loro consumo, di solito una volta all’anno, all’inizio dell’inverno.
Un semplice pane fatto di grano e segale, adatto per nutrire le famiglie che si trovavano isolate durante i lunghi mesi invernali.
Il tradizionale pane con farina di segale è talvolta arricchito con castagne, cumino o frutta secca.
Se consumato fresco, emana un profumo delizioso, ma in passato il pane nero veniva conservato per mesi su graticci di legno chiamati “ratelë”.
Un alimento di lunga durata, fatto per resistere alla prova del tempo, come molti piatti tradizionali valdostani.
Per tagliare questo pane, si usa uno strumento speciale, una specie di ghigliottina chiamata “copapan”. Prima di mangiarlo, il pane secco veniva ammorbidito nel brodo o nel latte caldo o immerso nel sugo di cottura della carne.
Alcuni forni sono stati restaurati e sono ancora utilizzati oggi: fattore di coesione per gli abitanti dei villaggi e un modo per perpetuare le tradizioni locali.

Tutti i forni coinvolti sono geolocalizzati sul “sito dell’evento”: http: //www.lopanner.com/vda/
VEDI TUTTE

Newsletter

PER ESSERE AGGIORNATO SU TUTTE LE OFFERTE E PROPOSTE ESCLUSIVE!

Richiedi informazioni

Campi obbligatori *
Località Panorama, 37
11024 Chatillon (Ao)
Tel. +39 0166/511251
E-mail: info@relaisdufoyer.it
P.Iva 00577030075 - Privacy Policy
Credits TITANKA! Spa © 2018